Web Marketing: novità e trend 2018

Per pianificare la migliore strategia di web marketing per la vostra attività nel 2018, leggete i sette trend spiegati in questa guida e includeteli nel vostro processo di pianificazione. Dagli elementi di personalizzazione alla gestione dei micro momenti, passando per l’importanza degli effetti visivi e l’analisi dei dati reali, passeremo in rassegna tutte le migliori strategie per acquisire lead, generare conversioni e guadagnare la fedeltà dei clienti. Ecco tutte principali novità nel settore del web marketing per il 2018:

1. Micro momenti

I dispositivi mobili hanno modificato profondamente il modo in cui i consumatori interagiscono con i brand. In particolare, i micro momenti sono quelli che spingono ad utilizzare gli smartphone. Dagli acquisti a lungo termine, come quello di una casa, alle operazioni più semplici come acquistare cibo nel supermercato più vicino, al trovare gli ingredienti di una ricetta, tantissimi micro momenti generano l’impulso di utilizzare il proprio smartphone.

I micro momenti sono delle occasioni nelle quali i clienti si aspettano che i marchi soddisfino le loro esigenze con informazioni attendibili, a prescindere dall’orario e dal luogo in cui si trovano.

Quando un cliente sente l’esigenza di fare una ricerca, nel 96% dei casi utilizza il proprio smartphone. I brand di successo tendono ad anticipare i micro momenti e a rispondere a queste esigenze offrendo al cliente le informazioni che sta cercando al momento giusto. Un accesso semplice e rapido alle informazioni è la base per conquistare la fiducia dei clienti e costruire relazioni a lungo termine. I micro momenti rappresentano una importante novità nel settore del web marketing.

2. Contenuti video

Tutti i contenuti più interessanti che si trovano online, che siano dei gattini che giocano, un bambino che ride o uno spot nel quale compare una modella famosa, presentano sempre una componente video. I video fanno sì che le persone interagiscano con il contenuto ad un livello più profondo, per via degli elementi visivi e interattivi che arricchiscono il messaggio o la storia. Di conseguenza, è più probabile che i consumatori compiano un’azione in termini di like, condivisioni e così via.

Con il tempo, i brand hanno iniziato a introdurre contenuti video su diverse piattaforme di social media come Facebook, Twitter, Snapchat e Instagram. I video su YouTube rappresentano un’ottima occasione per differenziare il proprio brand in un settore competitivo.

Gli utenti che utilizzano dispositivi mobili tendono a trascorrere molto tempo con i propri smartphone, e apprezzano i contenuti video. La popolarità dei video online è in continuo aumento. Dal momento che i consumatori tendono ad essere più coinvolti dai contenuti video, sempre più imprese inizieranno a realizzare video di alta qualità nel prossimo futuro.

3. Annunci nativi

Gli annunci nativi sono un ottimo strumento per farvi conoscere dal vostro pubblico target nel 2018, e rappresentano una importante novità per gli investitori pubblicitari online. La maggior parte degli utenti non ama le pubblicità che interrompono le loro attività, e le trova frustranti e irrilevanti. Ad esempio, gli annunci che si aprono mentre un utente visita un sito web non vengono apprezzati dagli utenti.

Questo problema comune può essere risolto utilizzando gli annunci nativi. Questo strumento fa in modo che i brand possano pubblicizzarsi in un modo meno invasivo. Infatti, questo tipo di annunci si fonde con l’ambiente con il quale l’utente si trova più a suo agio.

Gli annunci nativi si mimetizzano talmente bene nella pagina che è possibile che i clienti non li notino immediatamente. Tuttavia, questi annunci presentano all’utente le informazioni quando questo ne ha bisogno.

All’interno di una campagna di web marketing, che sia a Milano o a Teramo / Pescara, i tassi di conversione generati dagli annunci nativi sui dispositivi mobili sono notevolmente superiori rispetto a quelli degli annunci pubblicitari tradizionali. Inoltre, questo tipo di annunci funziona meglio su smartphone e tablet che non sui computer desktop.

4. Contenuti personalizzati e incentrati sul cliente

Un obiettivo importante in una strategia pubblicitaria online per il 2018 è offrire a ciascun cliente un’esperienza personalizzata. Come si fa a sapere che state rispondendo alle esigenze di ogni cliente? Il segreto è spostarsi dai contenuti tradizionali statici ai contenuti dinamici attraverso il content marketing. Create un sito web dinamico e un piano di marketing smart automatizzato che offra contenuti di qualità. In questo modo creerete un’esperienza unica per il cliente e riuscirete a soddisfare le sue esigenze e le sue preferenze.

Considerate la situazione seguente: un nuovo visitatore arriva nel vostro sito web aziendale. Il messaggio che volete comunicargli è diverso rispetto a quello che volete trasmettere ad un cliente abituale. Per questo nuovo visitatore possono essere adatti un messaggio standard che presenti le vostre offerte e alcuni contenuti in grado di catturare la sua attenzione. Invece, nel caso dei visitatori che hanno già effettuato un acquisto, sarà più utile un messaggio personalizzato in base alle loro esigenze, ad esempio per convincerli ad acquistare un nuovo prodotto.

Che cosa sono i contenuti smart?

I contenuti smart sono personalizzati e hanno l’obiettivo di soddisfare le esigenze dei vostri clienti. Realizzare dei contenuti smart comunica al cliente che lo riconoscete come persona, il che crea una comunicazione che soddisfa le esigenze individuali di ciascun cliente.

Perchè creare messaggi personalizzati? Perchè hanno una migliore performance

Le chiamate all’azione (call to action) dirette ai singoli utenti permettono di ottenere migliori risultati rispetto a quelle generiche.

Questa osservazione ha spinto i brand a creare e inviare messaggi personalizzati e orientati al cliente. Questa scelta offre numerosi vantaggi sia all’azienda sia al consumatore: offrendo ai clienti le esatte informazioni di cui hanno bisogno, il brand viene ricordato dal cliente come una fonte di informazioni utili, e questo aumenta le conversioni. La ricompensa per il brand è una relazione duratura con i propri clienti.

– Il 63% dei clienti si fida di più di un’azienda che crea contenuti personalizzati. Pertanto, è più probabile che scelga questa compagnia per un acquisto.

– L’84% dei professionisti del content marketing sta pensando di aggiungere elementi personalizzati nei propri piani.

La personalizzazione dei contenuti rappresenta quindi un modo potente per raggiungere i propri clienti e ottenere le conversioni desiderate.

5. Gli influencer

Se fate in modo che un cliente ami il vostro brand, aumenterete la brand awareness grazie al passaparola.

Come si trasforma un cliente in un influencer?

Anche se esistono vari modi per farlo, il concetto di base è sempre lo stesso: rispondendo alle esigenze del cliente. Se offrite soluzioni che fanno capire al cliente che comprendete e sapete risolvere i suoi problemi, aumenterete la sua fedeltà nei confronti del marchio. Per creare una squadra di influencer che vi aiuti a promuovere il vostro marchio, dovete prima comprendere i vantaggi legati a questa azione.

Creare una squadra di influencer produce un effetto cascata
Se un cliente è soddisfatto nei confronti del vostro brand, è possibile che lo promuova nel proprio ambiente (nel posto di lavoro, nella propria cerchia sociale o su un piattaforma di social media). In parole semplici, condividerà la propria esperienza positiva nei confronti del brand. Questa tecnica è piuttosto potente nelle campagne di social media marketing.

Questo crea una reazione a cascata
Il cliente soddisfatto parlerà con i propri amici e familiari. La sua cerchia di conoscenze rimarrà impressionata dal brand e ne parlerà ulteriormente. Un fenomeno di dimensioni inizialmente ridotte acquisterà importanza mano a mano che i clienti soddisfatti parleranno del vostro brand.

Ottenete il massimo risultato dal vostro budget pubblicitario online
Convertire i clienti in influencer è un modo low cost indispensabile per aumentare il riconoscimento del vostro marchio. E’ possibile ottenere un maggiore controllo sul processo assumendo alcuni ambasciatori del brand che hanno dei profili popolari, come ad esempio artisti, blogger o YouTuber famosi.

Il ritorno sull’investimento e la diffusione della brand awareness grazie a questo tipo di influencer sono certamente positivi, ma non tutte le aziende possono permettersi questo tipo di investimento.

Per quanto abbiate già un prodotto di altissima qualità, e offriate molti vantaggi al vostro pubblico target, una persona famosa che promuove il vostro prodotto aumenterà sicuramente le risposte del pubblico. L’aspetto interessante è che potrete sempre trovare un influencer da assumere in base al vostro budget. Se riuscirete a fare in modo che una celebrità di alto profilo promuova il vostro brand, avrete un’altissima probabilità di aumentare la brand awareness in modo esponenziale.

6. Investire nello sviluppo di contenuti interessanti

Tanto in passato, cosi nel 2018, è importante creare contenuti facili da ricordare, unici e personalizzati. Come si fa? Assumete uno scrittore esperto che non sia abile soltanto nella creazione di contenuti unici e creativi, ma che sia in grado di scrivere a proposito di una varietà di argomenti, per attrarre un pubblico ampio.

L’obiettivo è sviluppare e promuovere contenuti in grado di mantenere i clienti attuali (che continueranno a tornare), ma anche di attirare nuovi clienti tramite il passaparola. Un bravo scrittore sa come utilizzare le parole in maniera creativa. Un professionista creerà una storia che si adatti bene al vostro brand e faccia in modo che i clienti si leghino ad esso ad un livello più profondo e personale.

Sempre più aziende creano dei piccoli gruppi editoriali che comprendono giornalisti, produttori di lead e così via. L’obiettivo del team editoriale è quello di sviluppare contenuti che facilitino le interazioni con i clienti. Inoltre, fanno in modo che il pubblico si fidi di voi grazie alle informazioni aggiornate e attendibili che sarete in grado di offrire.

7. Ottenere conversioni con il giusto tipo di dati

Se disponete di dati idonei un professionista del web marketing potrà comprendere perfettamente il comportamento dei clienti e quali azioni intraprendere per ottenere il miglior risultato. Dal momento che il trend 2018 di offrire risposte in tempo reale ai clienti è in continuo aumento, associare i dati con gli strumenti giusti diventerà sempre più importante.

Perchè abbiamo bisogno dei big data?
Big data è uno dei termini che si sentono più spesso quando si parla di gestione dei dati. Per via della grande quantità di dati in gioco, e del loro impatto su diversi aspetti del web marketing quali segmentazione, marketing personalizzato, pubblicità nativa e così via, la loro implementazione nelle strategie di marketing risulta complessa.

Con i giusti strumenti, una buona agenzia di web marketing può utilizzare i big data. Di seguito riportiamo alcuni numeri che aiutano a capire l’impatto e l’importanza crescente dei big data, che sono sicuramente destinati a crescere nel prossimo futuro.

  1. Le imprese data-oriented migliorano di tre volte i propri processi decisionali.
  2. 9 proprietari su 10 pensano che la propria società perda delle opportunità perchè i propri agenti di vendite non sono in grado di ottenere il massimo dalle informazioni che hanno a disposizione.
  3. L’industria dei big data raggiungerà un valore di 102 miliardi di dollari entro il 2019.

In conclusione

Con la crescita della comunicazione digitale, aziende e brand devono aumentare la propria interazione con il mercato target anche online. Pertanto, è importante che le aziende includano questi trend nei propri piani strategici per il 2018, per ottenere un reale vantaggio competitivo. Se la vostra azienda si trova nel territorio di Marche e Abruzzo, la nostra agenzia pubblicitaria sarà lieta di farvi visita per determinare, in base ai vostri target di vendita, la miglior strategia di web marketing.

[Voti: 36    Media Voto: 4.9/5]
Chiedi un Preventivo