Ecommerce & Social Media: gli errori da evitare

Nella strategia marketing di un negozio online, i social media rivestono senza dubbio un ruolo importante. Tuttavia, per ottenere una presenza profittevole in termini economici e di brand awareness non basta aprire una pagina su Facebook e inserire contenuti pubblicati sul blog dell’ecommerce o aggiornamenti sulle vendite.

Nell’utilizzo dei social media dovete essere strategici come nel caso di tutte le altre tecniche di marketing, e questo significa anche evitare alcuni errori comuni.

1. Selezionare piattaforme social non adatte al nostro settore

Facebook. Twitter. Instagram. Pinterest. Tumblr. Sembra che ci siano tanti social media diversi quanti i potenziali clienti del vostro business. Molte aziende fanno l’errore di cercare di mantenere una presenza su tutte le piattaforme di social media. Oltre a comportare l’impegno di molte risorse, questa scelta raramente è efficace. Ugualmente inefficace è la creazione di un account su un solo social, magari quello più in voga, e non perché sia in linea con i vostri obiettivi strategici.

Per fare in modo che i social media siano un utile strumento di promozione per il vostro business, è necessario essere attivi sulle piattaforme che i vostri clienti stanno utilizzando e che sono rilevanti per il vostro business.

Chi possiede un negozio potrebbe scegliere di concentrare i propri sforzi su Instagram e Pinterest, che si basano sulle immagini. Tuttavia, è necessario considerare anche il pubblico. Pinterest, per esempio, si rivolge soprattutto a donne di età da 25 a 50 anni. Se il vostro target è rappresentato da uomini, imprese o persone anziane, è consigliabile concentrarsi sulle piattaforme di social media che si rivolgono a quel tipo di pubblico.

2. Rendere difficile per gli utenti la condivisione dei contenuti

La parola chiave sui social media è “social”, ciò significa incoraggiare gli utenti/clienti a condividere i vostri contenuti con i loro amici e follower. La chiave, però, è rendere la condivisione semplice.

La maggior parte delle aziende che realizza siti di e-commerce offre la possibilità di aggiungere sulle pagine dei prodotti dei pulsanti per la condivisione social: sfruttate questa possibilità. Tuttavia, non esagerate con il numero dei pulsanti.

Anche in questo caso, la scelta delle piattaforme che il pubblico userà è importante. Offrire un numero eccessivo di opzioni diluisce il potere della convidisione sui social senza apportare alcun vantaggio.

3. Pensare che la sola presenza sia sufficiente

Il social media marketing non consiste solo nel creare una pagina Facebook, pubblicare alcuni post e attendere che i clienti vengano a offrirvi i loro soldi. Un social media marketing efficace richiede un impegno con i propri follower, che consiste, ad esempio, nel fare domande e rispondere, condividere informazioni utili e creare una comunità di clienti e fan.

È necessario concentrarsi sul preparare contenuti di qualità e offerte per le persone che seguono la vostra pagina, e non semplicemente puntare a realizzare una raccolta di “Mi piace” e follower.

Ricordate che più gli utenti condivideranno i vostri contenuti, più è probabile che otteniate altri follower e, almeno nel caso di Facebook, maggiore interazione significa che più persone realmente visualizzeranno i vostri contenuti su base regolare.

4. Non acquistare pubblicità

Con così tanta concorrenza nel mondo dell’e-commerce, è comprensibile che gli imprenditori vogliano fare tutto il possibile per raggiungere il loro target di riferimento. Eppure tanti rifiutano di investire nella pubblicità sui social media.

Tuttavia, oltre a distinguersi in un mercato affollato, le aziende che investono in pubblicità a pagamento sono maggiormente in grado di approfittare del video marketing (una delle tecniche di crescita online più rapide), di segmentare in maniera più efficace il proprio pubblico e di capire quali messaggi fanno più presa sui clienti.

Anche un piccolo budget può essere molto utile quando si tratta di social media advertising, perciò non trascurate questa opzione

5. Non combinare le tattiche

I social media non devono essere considerati come una tattica autonoma e distinta rispetto a tutte le altre tecniche di marketing. Fate in modo che i social media si inseriscano nel vostro piano di marketing. Ad esempio, incoraggiate i vostri follower su Facebook e Twitter a iscriversi alla newsletter, e viceversa.

Includete dei collegamenti ai vostri account sui social media in tutti i vostri materiali di marketing, e ricordate ai clienti che possono trovare contenuti aggiuntivi su queste piattaforme. Integrate le tecniche di marketing per garantire che tutte le vostre risorse stiano lavorando insieme per creare un marchio più forte e per incrementare il valore dei vostri sforzi.

I nuovi imprenditori spesso scoprono che il marketing richiede di effettuare diverse prove e sperimentare. Tuttavia, evitare questi errori più comuni vi farà risparmiare tempo e soldi, e vi consentirà di massimizzare i vostri sforzi per ottenere il miglior risultato possibile.

6. Non chiedere aiuto

Una nutrita schiera di aziende Italiane, dalla Lombardia alla Sicilia passando per l’Abruzzo o il Lazio, commettono l’errore di entrare nel mondo dei social media senza aver chiesto una consulenza a nessuna agenzia web marketing. Sebbene ciò abbia un minimo di costo è un metodo che consente di risparmiare molti soldi nel lungo termine, perché evita di imboccare la strada sbagliata, con conseguente perdita di tempo e soldi inutilmente investiti.

[Voti: 141    Media Voto: 5/5]
Chiedi un Preventivo