Comment Marketing: l’arte di commentare per fare brand awareness

Chiunque può commentare un post su un blog, ma questo non significa che il comment marketing sia semplice. La maggior parte delle agenzie di web marketing considera i commenti come una tattica di link building e non come una strategia di marketing.

In realtà, il comment marketing consiste nel condividere opinioni significative su blog, social, forum, tra persone che hanno interessi simili per favorirne l’interazione, creare dei legami e aumentare la vostra brand awareness.

I commenti sui blog non solo danno alle persone l’idea di chi siete e cosa pensate, ma permettono anche di costruire una forte presenza in grado di attirare traffico verso il vostro sito per mesi, e persino anni, a venire.

Il marketing tramite i commenti sui blog segue molte delle regole del web marketing, e funziona meglio seguendo una vera e propria strategia. Ecco come iniziare.

Definite obiettivi e blog di settore

Il modo più semplice per iniziare è quello di iniziare a commentare, ma è bene cercare di rendere il vostro operato maggiormente strutturato.

Decidere quale sarà il vostro obiettivo. Vi interessa costruire la vostra reputazione di leader di pensiero, o vi interessa di più ottenere traffico?

Scegliete i vostri blog target. La lista ideale dovrebbe includere i blog che pubblicano spesso, hanno un volume di traffico elevato, e idealmente sono solo a un clic di distanza dal vostro sito.

Fate una ricerca utilizzando parole chiave specifiche del settore, quindi cercate potenziali target concentrandovi su una metrica di qualità come mozTrust o mozRank.

Se il vostro obiettivo è quello di ottenere traffico, è fondamentale trovare blog che permettano di inserire un link diretto al vostro sito nel commento (invece che un link al vostro profilo su quel blog). Questo può fare davvero la differenza nella quantità di traffico referral che riceverete.

Se volete utilizzare il comment marketing per migliorare la vostra reputazione online e far conoscere il vostro brand, potete dare maggiore importanza alla popolarità e pertinenza del blog, e meno importanza alla facilità di inserire dei link diretti.

Ricordate: una volta iniziato è consigliabile valutare il tempo necessario per inserire i commenti, in modo da assicurarsi che la propria lista di blog non comporti un lavoro eccessivo.

Utilizzate gli RSS

Una volta che avete la vostra lista di blog promettenti, il passo successivo è quello di rimanere aggiornati sui loro contenuti. Il modo migliore per farlo è quello di utilizzare gli RSS.

Se non avete già familiarità con i blog della vostra lista, è consigliabile spendere alcuni giorni semplicemente leggendo i loro post per familiarizzare con il loro stile e la comunità di commentatori. Assicuratevi di conoscerli prima di iniziare a commentare.

Infine, ponete le basi per un comment marketing di successo iscrivendovi su Gravatar prima di iniziare a commentare. Mantenete il vostro profilo coerente in tutti i vostri commenti vi permetterà di iniziare a ottenere riconoscimento e fiducia.

Iniziate a commentare (con criterio)

La lista è pronta, conoscete i vostri target e siete pronti per iniziare a commentare. Ecco alcune cose da fare e da non fare che è bene tenere a mente quando si inseriscono i commenti.

Cosa fare

  • Scrivere commenti significativi. Trovate qualcosa di concreto da dire. Dovreste cercare di aggiungere davvero qualcosa alla conversazione.
  • Non avere paura di mostrare un punto di vista diverso, sollevare qualche perplessità, o far pensare la gente. Questo è esattamente il tipo di atteggiamento che aiuta le persone a ricordarsi di voi.
  • Essere simpatici. Non ogni commento deve essere serio, strategico o cambiare la vita. Dei commenti scherzosi, dallo stile appropriato, sono i benvenuti sulla maggior parte dei blog.
  • Creare connessioni. I commenti sono una tecnica di networking sottoutilizzata. Permettono alle persone di trovare un terreno comune quasi istantaneamente.

Cosa non fare

  • Lasciare un commento generico. Anche se il vostro commento vuole essere solo un “grazie per questo post”, elaboratelo per far sapere quale parti del post vi sono piaciute di più. Aggiungete qualcosa alla conversazione.
  • Non avere opinioni. Se avete un parere diverso, offritelo in un modo rispettoso delle opinioni altrui – e preparatevi a sostenerlo in modo civile.
  • Commentare senza leggere il post. Se verrete corretti su qualocsa di errato che direte nel vostro commento, sembrerete incompetenti o sciocchi.
  • Inserire link senza motivo. A meno che il collegamento non sia molto rilevante ai fini della discussione, il vostro commento sarà quasi certamente ricevuto come auto-promozionale e potrebbe anche non essere pubblicato.

Commentare ogni giorno

Idealmente, è consigliabile mettere da parte un po’ di tempo ogni giorno per aprire i vostri blog target. Un fattore chiave del comment marketing, che si traduce in traffico al vostro sito, è la velocità con la quale lasciate commenti dopo che vengono pubblicati nuovi contenuti.

Ovviamente, la velocità dipende dalla qualità degli altri commenti (e dal post), e da quanti altri commenti ci sono già sul post.

Se il vostro commento si trova in fondo alla lista, un visitatore dovrà scorrere parecchio la pagina prima di riuscire a leggerlo. Tuttavia, se si tratta di un blog ad alto traffico, e i visitatori si aspettando di leggere un gran numero di commenti, anche i post in fondo alla lista genereranno una discreta quantità di traffico.

Ogni blog è diverso, e nel corso del tempo dovreste imparare a conoscerli. Se il vostro target è un blog con il quale avete meno familiarità, è preferibile fare una prova e vedere che tipo di impatto vedete. Poi potrete sperimentare cambiando alcuni fattori (velocità, tipo di commento e così via).

Ecco dove entra in gioco la misurazione dei risultati dei commenti.

Misurate i risultati ottenuti

Può sembrare un pò strano misurare i risultati ottenuti tramite i commenti sui blog, ma è un fattore importante. Come per qualsiasi altra tecnica, se non misurate i risultati dei vostri sforzi non saprete mai quali vi stanno facendo ottenere maggiore successo.

E’ possibile misurarli con Google Analytics tramite la creazione di un segmento avanzato per il traffico referral.

Oltre a creare segmenti per i vostri commenti, se avete fissato degli obiettivi potete controllare quanto è utile ogni fonte di traffico. Quando inizierete a misurare i vostri sforzi, scoprirete elementi che devono essere modificati o testati.

A seconda della popolarità e della freschezza del post sul quale state commentando, spesso è possibile vedere i risultati nei giorni successivi alla pubblicazione del vostro commento. Utilizzare i segmenti/obiettivi per ottenere una visione precisa di come il comment marketing stia influenzando il vostro traffico.

Se alcuni siti non vi stanno facendo ottenere il traffico desiderato, potete decidere di eliminarli dalla lista dei blog nei quali scrivete. Se un sito particolare vi sta portando una grande quantità di traffico, potete decidere di assegnargli una priorità. Siti come questo sono l’ideale per inserire commenti in maniera regolare, in quanto contribuiscono a costruire la vostra reputazione e a farvi ottenere fiducia.

Commentare in maniera regolare può anche contribuire a creare un rapporto con il proprietario del blog. I blogger amano commentatori frequenti che si aggiungono alla conversazione!

I commenti migliori spesso hanno in comune le seguenti caratteristiche:

  • Sono pubblicati su blog popolari.
  • Contengono un collegamento diretto al vostro sito nel nome o nel commento stesso.
  • Sono inseriti subito dopo che il contenuto è stato pubblicato.
  • Sono pertinenti e utili per i lettori.

E’ sufficiente usare il vostro intuito e ricordare che la cosa più importante è aggiungere qualcosa di utile alla conversazione.

[Voti: 23    Media Voto: 5/5]
Chiedi un Preventivo