11 errori da non commettere su LinkedIn

LinkedIn è una piattaforma di business networking per professionisti. Per chi cerca lavoro, è un ottimo sistema per mostrare il proprio curriculum e le proprie capacità. Ecco 11 errori da non commettere su LinkedIn.

  1. Non utilizzate foto in atteggiamento informale
    Come dicevamo nell’articolo Come usare LinkedIn, ricordate che questa è una piattaforma dedicata la lavoro, quindi una foto di voi in atteggiamento informale dovrebbe essere riservata ad altre piattaforme social, come Facebook. E’ altrettanto sbagliato e poco produttivo scegliere di non inserire nessuna foto. Viviamo in un mondo in cui l’aspetto è importante e le persone vogliono vedervi.
  2. Non mentite
    Tutti i vostri contatti possono visualizzare il vostro profilo: se mentite, sarete scoperti in fretta e sarà molto imbarazzante.
  3. Non inviate alle persone un invito a collegarsi utilizzando il testo predefinito di LinkedIn
    Questo atteggiamento fa pensare alle persone che non vi siete presi il tempo per scrivere un messaggio personalizzato. Perché dovrebbero collegarsi con voi? Date loro una buona ragione, soprattutto se non le conoscete. Nota: attualmente tramite smartphone, l’applicazione per iPad, e alcune pagine del sito LinkedIn, ad esempio “Le persone che potresti conoscere” LinkedIn manda l’invito senza dare la possibilità di personalizzare il messaggio. E’ auspicabile che LinkedIn risolva questo problema ma, nel frattempo, evitare di inviare questo tipo di richieste.
  4. Non usate l’opzione “Amico”a meno che la persona non lo sia davvero
    Si tratta di un grande problema per molti professionisti su LinkedIn, che potrebbero rifiutare di entrare in contatto con voi.
  5. Non dimenticate di includere tutti i link alle vostre altre piattaforme
    Molte persone non sanno nemmeno che questo è possibile nella sezione “Contatti” del vostro profilo. È possibile includere fino a 3 link sotto la dicitura “Siti web”. C’è un’altra sezione che permette di includere il vostro indirizzo Twitter. Anche in questo caso, è possibile includere fino a 3 link (e assegnare loro un nome).
  6. Non lasciate il vostro profilo LinkedIn incompleto se volete che venga trovato
    LinkedIn dispone di un “wizard” che guida l’utente nel completare il proprio profilo fino a quando è completo al 100%. Le parti più importanti sono il riepilogo, la vostra esperienza, le competenze & conferme e il vostro titolo. Assicuratevi che tutte queste sezioni contengano delle parole chiave. Sapevate che tutte queste sezioni, e altre ancora, compaiono sui motori di ricerca? Quindi, se volete essere trovati, fate lo sforzo di ottimizzare il vostro profilo. È inoltre possibile scegliere l’ordine con il quale le sezioni vengono visualizzate.
  7. Non siate pigri quando condividete link e aggiornamenti
    Personalizzate il vostro messaggio in base alla piattaforma di social media marketing che state utilizzando. Molte persone inviano lo stesso messaggio su più piattaforme come Facebook, Twitter, LinkedIn e Google+ invece di personalizzare il messaggio. Prendetevi un paio di minuti extra per personalizzare il messaggio e ne otterrete dei benefici.
  8. Non inviate spam ai vostri contatti
    Non utilizzate LinkedIn come la vostra piattaforma di e-mail marketing per inviare spam alle persone con notizie ed eventi che riguardano la vostra azienda. La maggior parte delle persone non sarà interessata e vi rimuoverà dai contatti.
  9. Non utilizzate i gruppi di LinkedIn esclusivamente per ottenere “back link” al vostro sito web o blog
    Verrete segnalato come spammer e non sarete in grado di inviare ulteriori messaggi ai gruppi. Un gruppo LinkedIn ben gestito è strettamente monitorato e la maggior parte consentirà di inserire soltanto discussioni, domande e commenti. Molti vi permetteranno di inserire link a blog di altre persone, ma non al vostro. Anche se il vostro post è totalmente rilevante per la discussione, questa potrebbe essere percepita come auto-promozione.
  10. Non chiedete di scrivervi delle raccomandazioni a persone che non vi conoscono bene
    Per loro sarà imbarazzante e comunque non otterreste una buona raccomandazione. Ricordate che la cosa importante non è il numero di raccomandazioni, ma la loro qualità. Inoltre, le raccomandazioni reciproche non sembrano molto professionali.
  11. Non inserite conferme per persone che non conoscete
    Non solo toglie valore all’intero sistema di conferme di LinkedIn, ma vi farà sembrare schiocchi perchè le persona si ritroverà a pensare: “Perchè qualcuno con cui non ho avuto a che fare conferma una mia competenza?”

[Voti: 162    Media Voto: 5/5]
Chiedi un Preventivo