Come fare Comment Marketing per migliorare la reputazione online

Il comment marketing è una tecnica di digital marketing molto potente perché consente al vostro brand di costruire relazioni e migliorare la vostra reputazione online. 

Molte delle persone che operano nel digital marketing hanno sentimenti contrastanti sulla pratica del comment marketing. Questa tecnica, come per il content marketing, da un lato consente di raggiungere nuove comunità di persone, e dall’altra, se non utilizzata correttamente, rischia di diventare una pratica spammosa che potrebbe portare a feedback negativi.

Perché lasciare commenti nei siti web?

Brand Awareness – Lasciare commenti in blog e siti web è una tecnica funzionale per costruire relazioni con altre realtà del web. Alla base del successo di questa tecnica vi è la qualità dei commenti che devono apportare informazioni utili alla discussione e non essere chiacchiericcio teso ad ottenere un link o una citazione.

Fare comment marketing non significa lasciare un commento una tantum, bensì diventare parte attiva della vita di una serie di comunità digitali. Gli effetti della vostra strategia potrebbero non avere un impatto immediato, ma giungere nel tempo. Ad esempio, un giornalista potrebbe contattarvi per collaborare alla stesura di un articolo, altri siti potrebbero linkare il contenuto del vostro commento etc.

Traffico diretto – I commenti con link, in particolare quelli ben scritti e che invogliano il lettore a cliccare (piuttosto che essere soltanto un caso in cui il collegamento appare come spam) vi permetteranno di ottenere visite. Se il post stesso continua a generare traffico, questo può anche essere una fonte costante di referral al vostro sito.

SEO – Alcuni siti web usano link “dofollow” nei commenti, e questi collegamenti possono contribuire ad aumentare il ranking del vostro sito web su Google. Tuttavia, molti di questi collegamenti non hanno lo stesso impatto dei normali link per i motori di ricerca. Se l’autore del blog modifica il suo post per inserire un link che ritiene di valore, questo può comunque contribuire ad aumentare il vostro SEO.

Considerati questi obiettivi, è essenziale riflettere in maniera più strategica sulla pratica del comment marketing. Dato che contribuire in modo adeguato alla vita di altre comunità digitali, potrebbe apportare grandi vantaggi al vostro brand.

Consigli per fare comment marketing

Leggete gli ultimi 5 post pubblicati dall’autore.
In caso non abbiate mai scritto prima su un blog, prima di commentare leggete i post precedenti. Vi farete un’idea dell’autore, dei suoi interessi, del suo punto di vista e stile di scrittura. Tutto questo vi aiuterà a fare una buona impressione con il vostro commento.

Leggete i commenti di almeno 3 post.
Se non leggete i commenti lasciati sugli altri post, sarà difficile per voi farvi un’idea del livello e dello stile del discorso della community, e il vostro commento potrebbe apparire fuori luogo. Volete distinguervi, ma non per la vostra inesperienza. Se è la prima volta che visitate un sito, non lasciate subito un commento inserendo un link. Prendete il tempo per capire il funzionamento del sito e il vostro contributo avrà maggiore valore.

Leggete i commenti postati in precedenza sullo stesso post.
Si tratta di un suggerimento ovvio, ma che spesso viene trascurato. Se volete che l’autore e i visitatori prendano il vostro commento sul serio, è necessario sapere che cosa è stato detto prima. Se ci sono decine o centinaia di commenti è accettabile scremare, ma nel caso in cui il vostro punto sia già stato fatto presente, potrebbe essere più utile rispondere al commento relativo invece che al post principale.

Non lasciate mai un semplice link.
Se pensate di inserire semplicemente un link, state sbagliando. Infatti, 8 volte su 10, questi  link vengono eliminati prima che il commento sia approvato. Se avete intenzione di lasciare un link, è meglio che sia di grande importanza per il post, interessante per il pubblico e possibilmente non promozionale.

È possibile inserire un link ai propri contenuti al massimo una volta per commento.
Se state inserendo link a contenuti altrui come referenze, è possibile lasciare anche due o tre link (questo può essere particolarmente utile se vi state riferendo a studi o indagini che supportano quello che dite), ma se si tratta di link in qualche modo promozionali (anche se, semplicemente, portano a un sito del quale siete proprietario), mantenete il numero massimo a uno.

Se possibile, utilizzate la vostra vera identità con relativa foto.
La buona volontà e la fiducia associate a un nome e volto autentici, che si rispecchiano nella pagina team del sito e sui social network (Twitter, Facebook e così via), sono preziosissimi. Spesso possono fare la differenza tra l’essere trattato come un nuovo membro rispettato o come uno spammer. Se possibile, utilizzate la vostra vera identità, il vostro nome e la vostra foto. Potreste avere paura che ammettendo di essere un marketer, un community manager, un SEO e così via, sarete potenzialmente ignorati, ma l’onestà è la miglior politica e essere trasparenti circa le vostre motivazioni permette di ottenere la fiducia degli altri utenti. Tuttavia, in molte comunità, potreste modificare il vostro titolo da “link builder SEO” o “specialista SEO” in “organic marketing specialist” o “content marketer” o anche “blogger”, se appropriato.

Promuovete i vostri commenti sui social media.
I blogger amano che il loro lavoro sia condiviso, perciò condividere un link al vostro commento sul loro post, soprattutto se li citate, può avere un effetto molto positivo.

Fate in modo che il vostro profilo conduca a una pagina appropriata.
È possibile rovinare un ottimo commento inserendo nel proprio profilo un link a quello che può sembrare spam. Se il vostro sito è completamente off-topic rispetto al blog al quale state contribuendo, fate almeno in modo che il link conduca alla vostra pagina Bio piuttosto che alla homepage.

In conclusione la valenza primaria del comment marketing è mirata alla costruzione di relazioni di fiducia reciproca e non al semplice spam. Queste relazioni vanno sviluppate nel tempo e possono portare a collaborazioni future di grande valore per la reputazione del vostro brand aziendale.

[Voti: 265    Media Voto: 5/5]
Chiedi un Preventivo